Home Storia Galleria Artisti Galleria RomArt Mostre Comunicati Foto Ricordo Contatti

 
 
 


 


Paola Minissale

Studio Studio via Bordighera n. 9 - 00048 Nettuno (RM)
E-Mail paolamini@libero.it
Tel - 338.8802314
Galleria RomArt





Inversione di ruoli

 

 
  Paola Minissale vive e lavora a Nettuno provincia di Roma,
le sue opere sono state esposte in numerose mostre in Italia e in Europa.

Attualmente, con una certa regolarità, espone con l’associazione “100 Pittori di via Margutta” nella celebre via ed in altre piazze.

Docente in qualità di “esperta d’arte” nella scuola dell’Infanzia e nella scuola Primaria scopre la sua naturale attitudine all’insegnamento che svolgerà in seguito anche con gli adulti.

Dopo la totale formazione, in modo Autodidatta, che gli ha permesso di sviluppare una tecnica pittorica personale, libera dagli schemi e preconcetti, sceglie Tardivamente di ufficializzare le sue competenze, con la Maturità Artistica, e frequenta L’Accademia delle Belle Arti di Roma.

Tra le sue competenze, la lavorazione della creta tradizionale e “Raku” e l’antica tecnica dell’Affresco”.


Hanno scritto di lei:

…capire e aiutare, vedere ed urlare, conoscere e parlare è il grande messaggio!
Tutto questo è reso con grande maestria e grande forza d’animo…
La sua prerogativa è la forza ma anche la sua innata delicatezza che echeggia fortemente. Perenne scontro dell’uomo con se stesso.

Maestro Antonio De Waure


Paola Minissale sprigiona il suo “io” trasferendolo su tela o su tavola usando come materia un’abbondante quantità di colore a olio e come strumento pittorico la spatola…
Direttamente dalla mente, i personaggi di Paola prendono vita grazie al forte contrasto coloristico che la luce rende innaturale; quest’ultima infatti, invece di creare sfumati chiaroscurali, genera altri colori che si accostano fra di loro in netti distacchi che emanano una forte energia espressionista.
Il fruitore, in questo turbinio di colori, si trova coinvolto nella simbiosi uomo-natura dove i capelli si trasformano in rami e i rami in figure umane. Gli atteggiamenti delle figure non sono statici ma sono colti in una frazione di movimento formale psicologico.
La meditazione non è altro che il pensiero di un attimo che l’artista rappresenta di getto per non farselo sfuggire ed è per questo che ogniuno dei personaggi esprime “phatos” ovvero quel sentimento che si traduce in voglia di vivere in una libertà senza schemi.

Dott. Eleonora Procopio - Storico e Critico D’Arte
 

 

 

Associazione CentoPittoriViaMargutta - Copyright ©  2013  All rights reserved - Web design: www.RomArt.it